helpMUTUO.it

Consigli su Mutui e Prestiti? Continua a leggere!

INDICE   NEWS   MUTUI   PREVENTIVI   FINANZA   BANCHE    
 
 

Link

Mutuo prima casa

Prestito Lazio

Mutuo Casa

Mutuo acquisto casa

Mutuo online

Tasso Agevolato

Fondo Perduto

Mutuo 100%

Finanziamento rapido

Finanziamento Mutuo

Guida Prestiti

Guida Mutui Casa

Tasso variabile r. fissa

Investire in Abitazioni

Mutui Banca Intesa

Prestiti Banca Intesa

Mutui Casa

Bnl Family

Calcolo Mutuo bnl

Mutui online

Mutuo Matrimonio

Prestiti Veloci Roma

Mutui Confronto Mutuo Online

Mutuo last minute

Finanziamenti:

Napoli

Bologna

Roma

Salerno

Bari

Mantova

Latina

Piacenza

Verona

Varese

Brescia

Aquila

Ancona

Vicenza

Udine

Treviso

Prato

Pisa

Perugia

Padova

Massa

Lecce

Catanzaro

Catania

Calabria

Brindisi

Alessandria

Agrigento

Puglia

Toscana

Lombardia

Campania

Como

Torino

Bergamo

Firenze

Sardegna

Abruzzo

Veneto

Lazio

Venezia

Cremona

Sicilia

Trento

Friuli

Macerata

Asti

Caserta

Vibo Valentia

Aosta

Arezzo

Ascoli Piceno

Avellino

Livorno

Frosinone

Bolzano

Modena

Parma

Pordenone

Sassari

Ferrara

Lucca

Foggia

Lecco

Genova

Belluno

Trapani

Pavia

Savona

Cuneo

Crotone

Rimini

Enna

Chieti

Ravenna

Grosseto

Cosenza

Novara

Gorizia

Lodi

Matera

Taranto

Viterbo

Rieti

Rovigo

Pesaro

Pistoia

Sondrio

Siena

Siracusa

Trieste

Potenza

Benevento

Vercelli

Reggio Calabria

Isernia

Teramo

Verbano

Reggio Emilia

Ragusa

Palermo

 MUTUI CASA

Sardegna

Sassari

Taranto

Catanzaro

Palermo

Lazio

La Spezia

Ancona

Napoli

Genova

Firenze

Caserta

Alessandria

Brescia

Lecce

Cremona

Modena

Roma

Salerno

Milano

Viterbo!

Brindisi

Sardegna!

Pavia!

Verona

Teramo

Calabria

Sicilia

Lombardia

Como!

Vicenza

Pordenone

Treviso

Mantova

Udine!

Trieste!

Ravenna

Arezzo

Parma

Ascoli Piceno

Padova!

Palermo

Rimini

Gorizia

Piemonte!

Pesaro

Empoli

Agrigento

Massa

Isernia

Toscana

Veneto

Benevento

Cuneo

Lucca

Avellino

Puglia

Asti

Varese

Trento

Trapani

Vercelli

Torino

PRESTITI

Prestito Dipendenti Pubblici

Prestito Pensionati

Prestiti Intesa SanPaolo

Finanziamenti Agos

Prestiti in 1 ora

Finanziamento Fiditalia

Prestiti Personali Fiditalia

Link Finanziamenti

Sussidi ed indennità 2013

>>Modulo Calcola Preventivo Mutuo

>>Modulo Calcola Preventivo Prestito

Accensione Mutuo. Come fare per accendere un Mutuo? I passi fondamentali per accendere un mutuo presso una banca o presso una finanziaria, solitamente sono sempre gli stessi. Di seguito trovate le informazioni che vi interessano. Una volta svolta l’istruttoria, la banca, acquisita la documentazione inoltrata ed effettuati ulteriori accertamenti (quali l'acquisizione della "dichiarazione notarile preliminare" sul bene offerto in garanzia, nonché della "relazione tecnico-estimativa" redatta da un tecnico di sua fiducia), è in grado di deliberare il finanziamento. A delibera avvenuta la banca ne da immediata comunicazione al richiedente e fissa la data della stipula dell'atto pubblico di finanziamento (concessione formale del mutuo). continua

 

 

Mutuo Acquisto Casa. Il Mutuo acquisto è il prestito più diffuso e sicuramente troverai in circolazione tantissime offerte e tanti siti che ti calcolano la rata. Poichè ci sono tanti mutui per l'acquisto diventa sempre più difficile valutare quale sia la banca più conveniente. Noi, insieme a MutuiOnline abbiamo messo a punto un motore per calcolare in un solo momento molti preventivi per l'acquisto del tuo immobile, sia esso prima casa che seconda casa o altro ancora. In pochi minuti riuscirai semplicemente a capire quali sono le banche più convenienti, quelle con il tasso di interesse più basso e con la percentuale di interesse minore. Insomma, perchè spendere di più quando si possono risparmiare parecchi soldi? continua

 
 

    

 
   


È costituzionalmente illegittima la norma che subordina al possesso della carta di soggiorno, l'erogazione dell'indennità di accompagnamento e della pensione di inabilità. La rigidità dei requisiti crea disparità di trattamento. Lo ha stabilito la Corte costituzionale nella sentenza 40/2013, depositata ieri. La norma sotto la lente è l'articolo 80 comma 19, della legge 388/2000, recante le disposizioni per la formazione del bilancio dello Stato. La disposizione prevedeva infatti, che le provvidenze economiche, già qualificate come diritti soggettivi, potessero essere concesse solo ai titolari di carta di soggiorno o, ai titolari di un permesso di soggiorno della durata di non meno di un anno. La Corte spiega infatti come il sistema creato dalla norma, debba essere considerato non compatibile con la Carta costituzionale, in particolare con l'articolo 2, nella misura in cui, mette in serio pericolo una serie di «valori essenziali, coma la salvaguardia della salute, le esigenze di solidarietà rispetto a condizioni di elevato disagio sociale e i doveri di assistenza per le famiglie». La questione di legittimità costituzionale era stata sollevata, sia dal Tribunale di Urbino nel maggio 2011, sia da quello di Cuneo a distanza di pochi mesi, per ragioni sostanzialmente identiche. Entrambi i giudici a quo infatti, lamentavano, anche se per vicende differenti, il contrasto del già citato articolo 80, sia con gli articoli 2, 3, 32, 38 e 117 comma 1 della Costituzione, sia con l'articolo 14 della Convenzione europea per i diritti dell'uomo, in materia di divieto di discriminazione. I casi hanno avuto entrambe a oggetto il diniego delle indennità, come conseguenza del mancato possesso della carta di soggiorno. In un caso l'assistenza è stata rifiutata ad un minore che, nonostante il permesso di soggiorno ottenuto per ricongiungimento familiare e le sue compravate condizioni sanitarie, non aveva ancora trascorso in Italia i cinque anni necessari per entrare in possesso del documento richiesto. Nel secondo caso invece, la vicenda ha riguardato un cittadino straniero che, nonostante fosse stato riconosciuto invalido con totale e permanente inabilità lavorativa, non era riuscito ad ottenere le provvidenze, dato che era in possesso solo del permesso di soggiorno regolarmente rinnovato. In giudizio, si è costituito l'Istituto nazionale di previdenza sociale (Inps), sostenendo l'infondatezza delle questioni, nella misura in cui «dovrebbe ritenersi frutto di una scelta legislativa, discrezionale ma legittima, quella di differenziare le prestazioni in favore degli stranieri, trattandosi in questo caso di una provvidenza di natura assistenziale e non di un diritto di natura previdenziale».

         

 

 

 CALCOLO RATA MUTUO

Finalità Tipo di tasso
Valore immobile Importo mutuo
MutuiOnline S.p.A. - P. IVA 13102450155 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

 

 

 

 

 

Finanza ed Economia Editoriale

Le informazioni riportate nel sito sono puramente a scopo informativo e divulgatorio di opinioni e concetti dei creatori dello stesso.

Copyright 2007-2018

Privacy